LO SAPEVI CHE? CURIOSITA' SUL PADEL

IL PADEL È NATO IN MESSICO
Molti non lo sanno, ma il padel “moderno” è stato visto per la prima volta in Messico. Questo è un fatto molto curioso, perché chiunque potrebbe pensare che questo sport sia nato in uno dei paesi dove questo sport è super popolare già da anni, come l’Argentina o la Spagna. Tuttavia, la realtà è che Enrique Corcuera, negli anni ’70, decise di mettere dei muri sul suo campo di fronton (o peltoa basca), con l’obiettivo che le palle non gli sfuggissero e non dovesse andare a recuperarle. Nasce così il padel come è conosciuto oggi, con un campo circondato da quattro pareti.
SI GIOCA SEMPRE IN COPPIA
A differenza del tennis, il padel individuale non esiste, si pratica sempre in coppia. Questo è uno degli aspetti
che rende le persone interessate a praticare questo sport. Il fatto che sia obbligatorio in coppia rende naturale la socializzazione, dato che sarà sempre necessario cercare dei compagni/e. L’unico momento in cui si può osservare un “padel individuale” è all’interno di alcuni campi di allenamento. Hanno, infatti, delle dimensioni ridotte e possono essere utilizzati dal giocatore per degli allenamenti con il proprio istruttore.
PUÒ ESSERE PRATICATO DA GENTE DI OGNI ETÀ
Ci sono molti sport o discipline che richiedono la condizione di “atleta” per poter essere praticati, o almeno così si pensa. Ma fortunatamente per chi vuole avvicinarsi a questo sport, si tratta di una pratica accessibile a tutti. Non richiede una grande forma fisica per praticarlo, né richiede una competenza professionale con le racchette. Per questo sui campi si incontrano persone di tutte le età e caratteristiche fisiche. 
È MOLTO SIMILE AL TENNIS, MA NON È UGUALE
Se potessimo confrontare il padel con un altro sport, per spiegarlo a una persona che ancora non lo conosce, il più appropriato sarebbe il tennis. La somiglianza con questo sport è evidente, entrambi si praticano con delle racchette e l’obiettivo è colpire la palla in modo che raggiunga l’altro lato del campo. Tuttavia, ci sono differenze molto chiare che rendono i due sport totalmente diversi.
La prima differenza sostanziale si osserva nell’area di gioco. Il campo da padel è circondato da quattro pareti, mentre il campo da tennis è completamente aperto. Inoltre, le dimensioni dei campi sono notevolmente diverse, i campi da padel sono più piccoli dei campi da tennis. Si può anche notare una chiara differenza tra lo strumento utilizzato per colpire la palla. Nel tennis vengono utilizzate le racchette, mentre nel padel viene utilizzata una racchetta non di corde, ma di materiali diversi, chiamata (dallo spagnolo) pala.
LE PRIME PALLINE DA PADEL ERANO DI LEGNO
Questa è una delle curiosità più interessanti del padel. All’inizio, le racchette da padel erano fatte di legno. Questo le rendeva più rigide e pesanti, rendendo meno piacevole la fase del colpo. Anche se bisogna dire che, in quel momento, non era un problema, perché i giocatori ancora non conoscevano la differenza nel giocare con un altro tipo di materiale. Più tardi, il padel, come tutto nella vita, ha iniziato a evolversi e le esigenze del giocatore hanno iniziato ad influenzare e impulsare il cambiamento. Ecco perché hanno iniziato ad essere utilizzati altri materiali come carboniofibra di vetro e gomme morbide o schiume, in modo che il giocatore sia più protetto dagli infortuni e possa giocare più comodamente.

17 marzo 2023